News

  • Home
  • /
  • News
  • /
  • Il rugby al tempo del Coronavirus - Il glossario
« Torna indietro

Il rugby al tempo del Coronavirus - Il glossario

10 marzo 2020

IL RUGBY AI TEMPI DEL CORONAVIRUS 

Se abbiamo più tempo, investiamolo in cultura


Se passiamo più tempo in casa, aspettando di ritornare alla vita normale dopo la vittoria sul coronavirus, approfittiamo di una novità che possiamo trovare sul sito del Rugby San Donato 1981 asd (http://www.rugbysandonato1981.it). Coinvolgendo gli amici madrelingua inglesi, francesi e italiani Massimiliano Bella, Giovanni Fusina, Francesco Haardt, Francesco e Lorenzo Noè, Philip Ratcliffe, Marc Somon e persino l’autorevole arbitro Davor Vidackovic, siamo riusciti a dare una prima forma ad un vero e proprio dizionario dei termini del rugby. All’indirizzo (http://www.rugbysandonato1981.it/rugby/il-dizionario-del-rugby_1662.php) potete cominciare ad esplorare il contenuto di questa prima stesura. Il risultato è qui condiviso e arricchito mano a mano che un termine nuovo viene sviscerato e tradotto.
Il mondo del rugby ha un suo linguaggio spesso oscuro ai più, fatto di espressioni e termini tecnici in un misto di inglese e francese e qualche volta italiano. Ogni situazione o atto ha un nome specifico come in tutti i gerghi tecnici, vuoi che ci si trovi a bordo di un veliero, o di un astronave o semplicemente in un ambito professionale. Abbiamo udito spesso definizioni di questi termini emerse dagli spalti, dove genitori e amici ancora poco familiari con il Rugby offrivano azzardate interpretazioni e sfoggiavano una ancor poco matura padronanza del linguaggio rugbystico. Vi invitiamo dunque a provare a percorrere questo curioso percorso di istruzione e a saggiare la vostra conoscenza del linguaggio rugbystico.
Si comincia come in tutti i dizionari con la A di "Advantage (Ingl.), Avantage (Fr.), Vantaggio (It.)”. Ed ecco cosa ci dice il nostro strumento per definire il vocabolo: "Secondo alcuni è quando urli e sbraiti su un fallo che l'arbitro ha visto e che fischia quando pare a lui. Un dignitoso silenzio sulle tribune sarebbe "cosa buona e giusta". No davvero cosa vuol dire? Quando l'arbitro riscontra l'irregolarità, ma fa proseguire il gioco, fino al conseguimento di un chiaro vantaggio da parte della squadra che NON ha commesso l'irregolarità. In caso contrario il gioco riprende dal punto in cui si è verificata l'irregolarità. Si indica vantaggio "leggero" nel caso in cui l'irregolarità non ancora sanzionata preveda una mischia ordinata.” 
E da qui si dipana un interessante iter con vocaboli spesso risolti e tradotti, ma a volte in "sospeso” e in attesa che tutti noi lettori si contribuisca per la loro dignitosa soluzione. Un esempio??? Ecco alla lettera F il termine Fetcher(Ingl.), Gratteur(Fr.), "Grillotalpa"(It.): aiutate la composita redazione a comporre il testo!! E avanti così fino alla lettera Z. Ci potrai aiutare postando la tua versione sul social FB, oppure nel più esclusivo gruppo di Whatsapp denominata "La settimana rugbystica”. L’importante è che tu non stia fermo o non ti annoi. Fai rugby con noi al tempo del Coronavirus!!

Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK